Cocconato

Benvenuti nel cuore del Monferrato

Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
  • Home
  • Prodotti Tipici
  • Turismo regionale
  • Mangiar Bene
  • Accoglienza

Gio21032019

Ultimo Aggiornamento05/10/2011 14:06:41

Vino docg Piemonte

  • PDF

Il Piemonte si contende con la Toscana il titolo di regione italiana con il maggior numero di vini DOCG.

I vini DOCG del Piemonte sono rinomati in tutto il mondo, e Barbera e Barolo sono i nomi più rappresentativi.
Il Piemonte in generale ed il Monferrato in particolare produce diversi tipi di Barbera diffusi nelle varie aree, che rappresentano i vini più famosi del territorio.  La produzione di questo vino barbera risale al diciassettesimo secolo. Le sue DOC si possono oggi individuare in Barbera d’Asti  e Barbera del Monferrato DOCG, tipiche delle province di Asti e Alessandria (nelle versioni superiore deve subire un affinamento in cantina di almeno 12 mesi) e Piemonte Barbera, con produzione estesa anche alla provincia di Cuneo, più leggera ed a volte vivace.
Parlando di Barolo, diremo che questo vino è ottenuto da uve Nebbiolo coltivate nella provincia di Cuneo. Dopo un affinamento di 38 mesi (62 per il Riserva) si ottiene un rosso importante e robusto, in grado di esprimersi al meglio dopo lunghi anni di invecchiamento. Equilibrato, morbido, persistente , è in grado di mantenere la sua freschezza anche dopo 20 anni dall’imbottigliamento.
Piemonte non è solo Barbera e Barolo: citiamo il Barbaresco, anch’esso prodotto in provincia di Cuneo sempre da uve Nebbiolo. Altro rosso importante del Piemonte, corposo e raffinato dal bouquet immenso, che si arricchisce di aromi terziari di spezie dolci grazie al lungo affinamento in legno. Il Nebbiolo è il denominatore comune a molti i vini DOCG del Piemonte. Da questo splendido vitigno si ottengono anche Gattinara e Ghemme. Il Piemonte non è solamente terra di grandi rossi strutturati: oltre ai Nebbioli non si possono ignorare il Dolcetto di Dogliani e il Brachetto d’Acqui. Un aromatico, quest’ultimo da bere giovane, quando è ancora rosso rubino, in modo da poter godere a pieno del suo bouquet fresco ed elegante. Se ci spostiamo tra i bianchi, impossibile non citare l’Asti, uno spumante dolce ricavato da uva Moscato bianco, talvolta erroneamente relegato al ruolo di “Vino da Panettone”, bevuto - e da bersi - in tutta Italia non solamente per le feste. A riprova della varietà dei vini piemontesi, vari Cortesi, in particolare quello di Gavi, sono bianchi freschi, da bere giovani, giovanissimi. Il suo giallo paglierino tendente al verdolino e la sua spiccata freschezza rendono il Cortese l’ideale per l’aperitivo.

Vini DOCG Piemonte:

Asti, Barbaresco, Barbera d’Asti, Barbera del Monferrato superiore, Barolo, Brachetto d’Acqui, Dolcetto di Ovada superiore, Dogliani, Gattinara, Gavi, Ghemme, Roero